Pubblicato il

Operazione Quack tra gadget e curiosità

Operazione Quack tra gadget e curiosità

“Il francobollo che tintinna” con questo slogan la Mondadori lancio l’Operazione Quack sul Topolino libretto


Dopo i Francobolli di San Marino, nella primavera del 1973, il Topolino libretto fu segnato dall’Operazione Quack, la più lunga iniziativa con i gadget del Topolino libretto. Durò infatti ben 11 settimane. In regalo ci furono dieci francobolli metallici dedicati ad altrettanti personaggi della banda Disney. Un raccoglitore in plastica per l’intera serie (rosso, blu o nella sua variante più rara verde ed anche gialla). Il raccoglitore usci la terza settimana dopo i primi due francobolli dedicati a Zio Paperone e Paperinik, cui seguiranno Nonna Papera, Archimede, Topolino, Pluto, Clarabella, Gambadilegno, Paperino e per finire Pippo.

Una lunga storia, ma non a puntate bensì a episodi autoconclusivi, accompagnò le undici settimane e vide in ognuno dei numeri il personaggio cui era dedicato il relativo francobollo impegnato nella soluzione del “mistero del totem decapitato”
Zio Paperone riceve da un ignoto ammiratore 10 dollari che gli impediscono di rispettare il bilancio. Senza svelare l’entità della somma, Paperone indice una gara fra i vari componenti della famiglia, il vincitore avrà la notevole (ragionate con la mente di Zio Paperone) somma.
Si tratta di un episodio di 25 anni prima: Paperone in territorio indiano scappò dagli indiani infilandosi dentro un totem e gettandosi nel fiume. Dentro il totem aveva trovato dei diamanti.
Qual è il prezioso contenuto del totem?
La saga coinvolge molti componenti della banda Disney, alla fine tra i tre vincitori (Archimede, Topolino e Nonna Papera), prevarrà Topolino che indovinerà in quale delle due buste di Paperone è nascosta la somma, perchè a causa di una certa faccenda Paperone aveva aggiunto altri 10 dollari alla vincita dati da Minnie che profumavano di “olezzo di viole”. Pluto annusa e riconosce l’odore. La risposta al quesito è “Paperone” è questo il prezioso contenuto del Totem e non i diamanti come ipotizzato sia da Rockerduck che da Paperinik e di conseguenza da Paperino.
Alla fine Topolino invierà la somma a Gambadilegno, in galera, per alleviarne il duro soggiorno.

Dopo questa breve sinossi della storia passiamo a due piccole curiosità, sempre legate all’Operazione Quack. Dopo un lunghissimo periodo durato dal N° 605 del 2 Luglio 1967 (il famoso Topolino con l’ologramma che di fatto ha sancito la “nascita” della “nuova” di Topolino libretto col passaggio dalle spille alla brossura) in cui il prezzo è sempre rimasto stabile a 150 lire, la Mondadori aveva deciso di aumentare il prezzo del settimanale di ben 50 lire, portando il prezzo a 200 lire. Per fare questo si penso di sfruttare il momento del lancio dell’Operazione Quack lasciando la patata bollente nelle mani di un imbarazzatissimo Paperon De Paperoni spiegare ai lettori il perché dell’aumento.

operazione quack aumento

Anche la seconda curiosità è legata a Paperon De Paperoni, il quale molto abilmente, sfrutta le ultime vignette finali per pubblicizzare una “sua” iniziativa editoriale: I Pensieri di Paperone. Leggendo l’incipit del libro, ai presenti nel suo studio e di conseguenza ai lettori. Si tratta di un’astuta mossa pubblicitaria, seconda solo alle vignette dove Paperon De Paperoni comunica l’aumento del prezzo del Topolino libretto.
I Pensieri di Paperone sono una divertente e giocosa biografia di Zio Paperone, un racconto illustrato di 200 pagine scritta da Guido Martina, con le illustrazioni di Giovan Battista Carpi. Peccato che la storia del Totem (sempre scritta da Martina) sia in evidente contraddizione con il libro, dato che ci presenta Paperone come il fratello di Nonna Papera e non come figlio unico… ma questa è un’altra storia.

operazione quack pubblicità

 

Ecco qualcuna delle massime (o meglio AUREOMASSIME) contenute nel libro:

“Nella vita l’apparenza val più della sostanza”,
“La matematica è un’opinione e ciascuno può interpretarla a proprio vantaggio”
“L’evasione fiscale è figlia del desiderio di libertà e madre di eccelse imprese”
“Quando si acquista la fiducia del prossimo, sarebbe sciocco non approfittarne”
“L’elemosina è il detersivo che elimina il sudiciume dalle coscienze dei peccatori”
“L’amicizia è un tacito contratto escogitato dagli altri e dagli arrivisti a danno degli ingenui. La qualcosa, agli ingenui suddetti, sta proprio bene: così imparano a vivere.”

i pensieri di paperone