Pubblicato il

Operazione miliardo (Storia e Gloria della Dinastia dei Paperi)

monete operazione miliardo

Operazione Miliardo

Storia e Gloria della Dinastia dei Paperi raccontata attraverso le monete allegate a Topolino Libretto


Badabam! Operazione Miliardo è stata la seconda delle storiche operazioni di gadget uscita in edicola in allegato con Topolino. L’operazione iniziò il 5 aprile 1970 ed ebbe termine il 24 maggio.

A differenza della precedente “Operazione Dollaro”, dove i gadget allegati non avevano una storia che facesse da filo conduttore, in Operazione Miliardo i gadget erano legati alla saga: Storia e Gloria della Dinastia dei Paperi. Scritta da Guido Martina e disegnata a parti alterne da Romano Scarpa e Giovan Battista Carpi. Qui potete acquistare la saga completa di Storia e Gloria della Dinastia dei Paperi (gli 8 fumetti) con i gadget (le 8 monete).

L’operazione venne pubblicizzata dallo stesso Zio Paperone, che con il concorso legato all’operazione offriva ai lettori la possibilità di diventare “Miliardari in erba“. Infatti, oltre alle otto monete allegate a ogni numero del giornalino durante l’operazione, si poteva anche acquistare per sole 150 lire un portamonete con un Paperone intento a suonare un arpa a forma di dollaro in cui conservare le otto monete dell’operazione miliardo. Infine con il concorso annesso si poteva vincere uno dei 6500 “Libretti di risparmio Topolino”, della Banca Commerciale Italiana, con un deposito iniziale di ben 10.000 lire.

Anche se il portamonete di Zio Paperone è diventato, oggi, uno dei gadget, più rari e ricercati il vero centro dell’operazione allora furono le otto storiche monete d’oro che venivano allegate a ogni numero di Topolino dal 749 al 756. Ogni moneta rappresentava la moneta che Paperino e Qui, Quo, Qua sfregavano all’interno della puntata per vedere un episodio della Storia e la Gloria della Dinastia dei Paperi. Su ogni moneta infatti, era coniato il volto del personaggio principale della storia a cui era collegata.

Le monete erano effettivamente di metallo (alluminio dorato, con differenti tonalità da moneta a moneta), a differenza della plastica della precedente operazione, inoltre, per conferire un pizzico di credibilità alle monete sul retro vennero stampati simboli e motti ripresi da monete autentiche, legate all’epoca in cui si collocava il personaggio dell’episodio a fumetti.

operazione miliardo